Settembre è il mese peggiore di Bitcoin e quest’anno può peggiorare – Kraken

Settembre è storicamente il mese peggiore dell’anno per il prezzo del bitcoin (BTC), con un ritorno medio del -7%, ha avvertito un nuovo rapporto del maggiore scambio di cripto-cambio Kraken.

Quest’anno, BTC ha sottoperformato rispetto alle medie storiche mensili, il che, secondo la società, significa che gli investitori dovrebbero essere preparati a far sì che il bitcoin questo mese possa avere un rendimento „peggiore del rendimento medio di settembre del -7%“.

E mentre ci si potrebbe aspettare che i prezzi si muovano al ribasso durante il mese, Kraken ha anche sottolineato che la volatilità storicamente è stata bassa in settembre, affermando che „la media di settembre a 9 anni e la volatilità mediana del 61% e del 45%, rispettivamente, è la più bassa tra tutti gli altri mesi“.

A più lungo termine, tuttavia, Kraken ha detto che una maggiore volatilità potrebbe essere in anticipo per il numero uno delle valute criptate:
„Considerando che il bitcoin è tornato solo +25%, deve ancora avvicinarsi alla sua media mobile di 315 giorni del 78%, e sono passati solo 38 giorni da quando la volatilità ha raggiunto il 23%, la storia indica che ci si dovrebbe aspettare una volatilità incrementale del mercato“, ha detto il rapporto.

Nel frattempo, la borsa ha anche avvertito che con le valutazioni attualmente record nell’indice azionario USA S&P 500, che ha ormai superato addirittura quelle dell’era dot-com nel 2000, una potenziale correzione dei titoli USA potrebbe avere un impatto anche sul bitcoin.

„Il salto [nella valutazione] suggerisce che le azioni sono relativamente costose e potrebbero diminuire nei mesi a venire. Una tale correzione potrebbe avere un impatto sul bitcoin e sul più ampio mercato del cripto, nel bene e nel male“, dice il rapporto.

La relazione tra azioni e prezzi del bitcoin è un argomento molto discusso nel criptoverso, con dati che mostrano che quest’anno ha visto un aumento della correlazione tra le due classi di attività. E secondo alcuni analisti, la correlazione è particolarmente stretta tra i titoli tecnologici statunitensi e il bitcoin.

Correlazione BTC & S&P 500:

Nel frattempo, nella sua ultima newsletter settimanale, la società di analisi a catena Glassnode ha sottolineato che, sebbene il bitcoin sia diminuito nella scorsa settimana, ha comunque superato molti importanti altcoin.

„Con l’aumento della volatilità del mercato, gli investitori sembrano essere più a rischio, passando da una bassa capitalizzazione [altcoin] ad attività più affidabili come BTC e ETH“, ha detto la società.

E come Kraken, anche Glassnode ha avvertito che i movimenti del mercato azionario potrebbero avere un impatto su BTC, anche se ha deciso che questo dovrebbe essere preso solo come un „supplemento ai fondamentali a catena“ quando si analizzano sia il bitcoin che il più ampio mercato dei cripto.